COMUNICATO STAMPA SEGRETERIA PROVINCIALE USIP PALERMO

L' Usip manifesta tutta la propria solidarietà alla Preside Antonella Di Bartolo per i gravissimi atti vandalici che hanno portato alla distruzione della scuola Pertini di Brancaccio in via Pecori Giraldi da parte di vigliacchi che hanno devastato e trafugato tutto il materiale didattico degli alunni, computers e la strumentazione tecnologica. Tutto questo all'indomani della condivisione su facebook da parte della Preside, dell'intervista a Maria Falcone in relazione alle scarcerazioni dei boss giustificata da parte di chi lo ha fatto con l'emergenza sanitaria e per la Preside la convinzione che non si sia trattato di una coincidenza ma di una atto malavitoso da parte di chi alla luce di quanto avvenuto oggi, alza nuovamente la testa . Così con la nostra solidarietà vogliamo esprimere la certezza che le Forze dell'Ordine tutte sapranno rispondere celermente a questo atto delinquenziale per ribadire la Polizia è presente e vuole il rispetto della legalità e della libertà di esprimere le proprie opinioni senza dovere temere che ci possano essere atteggiamenti che possano far credere che lo Stato ha abdicato a chi delinque o usa atteggiamenti vessatori e mafiosi. Nei prossimi giorni –dice Giovanni Assenzio Segretario Generale USIP Palermo - quando l'emergenza Coronavirus lo permetterà ci faremo promotori di un incontro per manifestare direttamente la nostra solidarietà e farci promotori affinché tutto venga ripristinato come era prima della vandalizzazione e dei furti. Alla Preside Antonella Di Bartolo – prosegue Giovanni Assenzio - chiediamo di farsi forza e riprendere con la vicinanza di tutti noi a proseguire in quel lavoro importantissimo per liberare i giovani dei quartieri ad alto rischio mafioso dalla possibilità di non potere scegliere quale è la strada giusta da percorrere per vivere la propria vita nella legalità e nel rispetto degli altri.

Palermo, 7 maggio 2020

|Allegato|

Notizia riportata anche su:

SiciliaunoNews; GiornaleOra