La Segreteria Nazionale USIP scrive al Dipartimento della P.S. rispetto ad importanti criticità evidenziate presso il Reparto Mobile di Napoli.

                                                                                    Foto

 

"Come è noto, a causa dell’attuale emergenza epidemiologica, gli ultimi quindici giorni sono stati caratterizzati da un susseguirsi di provvedimenti, da parte del Governo, in quanto vi era l’evidente necessità di contestualizzare ogni misura in base all’evolversi della situazione sanitaria.

Il Dipartimento di P.S., facendo proprie tutte le misure contenute nei provvedimenti governativi, ha  emanato una serie di circolari, indirizzate a tutte le sedi periferiche del territorio, con lo scopo di rendere concrete ogni tipo di precauzione sanitaria previste dal Governo, proprio per evitare il propagarsi del virus Covid-19.

Invero, questa Organizzazione Sindacale se da un lato registra positivamente la sollecitudine con cui  l’Amministrazione centrale ha cercato e cerca di risolvere ogni eventuale criticità, come ad esempio la problematica da noi evidenziata in merito all’opportunità di suddividere le squadre dei Reparti Mobili in due mezzi da 5 componenti, dall’altro lato registra negativamente alcuni atteggiamenti dell’Amministrazione periferica che non sempre è in linea alle direttive delle circolari ministeriali, ma cosa ancor più grave, che a dire il vero ci lascia un po’ perplessi, è prendere atto di talune disposizioni dirigenziali che sembrano non rispecchiare lo spirito che sta alla base dei superiori provvedimenti, quasi a voler banalizzare la loro evidenza apodittica.

Questo è il caso, ad esempio, del IV Reparto Mobile di Napoli, ufficio in cui il dirigente ha disposto che il capo squadra, ad inizio servizio, deve farsi carico di ritirare le mascherine confezionate per tutto il contingente e riconsegnarle a fine turno se non adoperate, mentre se vengono utilizzate bisogna, addirittura, presentare relazione. In sostanza vengono consegnate le mascherine senza però che i dipendenti ne possano far uso, e quindi disattendendo quanto previsto dalla circolare del Dipartimento di P.S. del 17 marzo u.s., in cui viene specificato che il personale comandato di O.P. deve essere dotato degli specifici DPI, utili proprio a scongiurare il malaugurato contagio tra i dipendenti in servizio.

In considerazione di quanto sopra esposto, l’Unione Sindacale Italiana Poliziotti chiede un autorevole intervento di codesto superiore Dipartimento affinchè, già ad inizio turno, ogni singolo operatore comandato nelle squadre di O.P. venga dotato di mascherina da dover utilizzare per tutta la durata del servizio, di guisa che si riesca finalmente a riportare la giusta serenità tra il personale dipendente che ad oggi, rebus sic stantibus, è fortemente preoccupato per la propria salute e di conseguenza per la salute dei propri cari, in attesa di riscontro si porgono cordiali saluti." 

Il Segretario Generale Vittorio COSTANTINI

|  SCARICA IL PDF STAMPABILE  |